Come fare la pasta con l'astice

L'astice, un crostaceo pregiato che viene spesso utilizzato in ricette che lo vedono associato a primi oppure lessato e servito singolarmente, ha il vantaggio di essere meno costoso dell'aragosta, ma permette comunque di fare bella figura quando si decide di preparare ad esempio una cena a base di pesce, dando sapore e scenografia ai nostri piatti.
Uno degli utilizzi maggiori è quello che lo vede accompagnare dei primi importanti in cui solitamente si utilizzano spaghetti, linguine o tagliatelle, quindi pasta di tipo allungato.
Per la ricetta proposta vengono presi in considerazione
gli spaghetti.

Ingredienti per 2 persone

- 1 astice (possibilmente abbastanza grande e fresco, ma lo si può scegliere anche surgelato)
- una decina di pomodorini rotondi o di tipo pachino
- 150 g circa di spaghetti
- 1/2 scalogno
- 1/2 bicchiere di vino bianco (preferibilmente secco)
- 1 spicchio di aglio
- q.b. prezzemolo, aglio, olio extra vergine di oliva e sale

Preparazione

Per prima cosa bisogna procurarsi una padella e versarvi dell'olio extra vergine di olive insieme allo spicchio d'aglio sbucciato, per poter mettere a rosolare e dorare lo scalogno tagliato grossolanamente. Successivamente, aggiungere gli astici (preferibilmente non interi ma spezzati) e dopo averli fatti girare per un paio di minuti, versare il vino nella padella in modo da farli sfumare.
A questo punto, gli astici vanno lasciati cucinare per circa 10-15 minuti, dopo di che vanno aggiunti i pomodorini e il sale, per poi lasciar continuare la cottura per altri 10 minuti ancora.
A parte, nel frattempo, è necessario cominciare a cuocere gli spaghetti, che poi andranno scolati quando ancora sono al dente, in modo da unirli alla padella in cui hanno completato la cottura gli astici. L'ultimo passo da fare prima di servire il piatto è quello di completare il condimento con il prezzemolo ed eventualmente una bella manciata di peperoncino se vogliamo dare un tocco piccante al nostro primo di pesce (attenzione a ricordarsi di togliere lo spicchio d'aglio che serviva solo per insaporire il piatto!).

Un'alternativa

Una valida alternativa a questo modo di servire il primo di astici, è quello di lasciare cucinare i crostacei per intero in una padella abbastanza capiente, per poi creare un piatto molto più di effetto con gli spaghetti avvolti a formare un nido su di un lato del piatto e l'astice intero sull'altro lato. In questo modo avremmo ottenuto degli spaghetti insaporiti con il pesce, ma lasceremo al commensale il modo di gustare l'astice a parte come se fosse un primo unito ad un secondo piatto!

Ti è piaciuta la ricetta?