Come fare la marmellata di arance

Le marmellate sono da sempre una delizia amata da grandi e piccoli.
Il loro profumo ci ricorda calde crostate o dolci genuini, fatti in casa con amore ed ingredienti di prima qualità e
ancora oggi le marmellate sono indicate dai nutrizionisti e dai dietologi, come la componente di una colazione perfetta: nutriente, bilanciata, sostanziosa e sana.
Il sapore delle marmellate, però, va ben oltre il classico abbinamento dolce. Il procedimento di cottura e realizzazione della marmellata, può essere applicato ad altri "frutti" come le cipolle, in oltre, le stesse marmellate dolci, possono essere piacevolmente abbinate ad assaggi di formaggi, creando varie combinazioni molto raffinate.
Una delle marmellate più gustose e più diffuse, è quella di arance, a base di un frutto molto amato e mangiato in Italia. La sua realizzazione non richiede particolari abilità ma ingredienti di origine controllata e filiera sicura: le arance devono essere biologiche al 100% e non trattate.
Passiamo ora alla ricetta per la realizzazione della marmellata di arance.
Difficoltà: media
Tempo di preparazione: 2 ore

Ingredienti per circa 4 barattoli

- 1 kg di polpa di arance non trattate
- 500 g di zucchero
- 1 limone

Preparazione della marmellata di arance

Come primo passo, lavate bene le arance sotto acqua corrente. E'’ importante: la buccia è il cuore della marmellata. Poi, con un pelapatate togliete la buccia alla metà delle vostre arance e tagliatela a striscioline sottili.
Riempite un pentolino con un bicchiere e mezzo di acqua fredda e fate bollire le scorzette. Scolatele e ripetete questa operazione per tre volte, scolando le bucce e rimettendole a sobbolire sempre in acqua fredda. Questi passaggi servono ad eliminare l'amaro della buccia delle arance.
Prendete le arance, eliminate semi, raccogliete il succo e tagliate la polpa a grossi pezzettoni.
Ripetete la stessa operazione con il limone.
Pesate il tutto in modo da stabilire bene la quantità di zucchero che vi servirà, infatti per ogni chilo di frutta pulita, dovrete aggiungere 500 g di zucchero.
Una volta stabilito lo zucchero necessario, mettete in una pentola la polpa, il succo, lo zucchero e fate cuocere tutto per mezz'ora.
Passati i 30 minuti aggiungete le bucce e continuate a cuocere per altri 20 minuti almeno.La marmellata deve essere della giusta consistenza cioè deve essere di media densità e deve scivolare lentamente su una superficie, come quella di un piattino.
Se il vostro composto avrà raggiunto questa consistenza, potrete spegnere il fuoco perché la marmellata è pronta.
L'ultimo passaggio è quello della conservazione in barattoli sterilizzati e puliti, capovolgendoli per ottenere il sottovuoto.

Come sterilizzare i barattoli

Sterilizzare i barattoli è un passaggio fondamentale perchè riguarda la nostra igiene e la conservazione del cibo.
I barattoli possono essere sterilizzati in vari modi.
Acqua calda
Sistemate i barattoli in una pentola grande e avvolgeteli con degli strofinacci da cucina. Riempite di acqua la pentola e portate ad ebollizione per 30 minuti, spegnere e lasciarli intiepidire, asciugateli e metteteli a testa in giù.
Forno a microonde
Riempite a metà acqua i vasetti e accendete al massimo il forno a microonde e lasciateli riscaldare fino ad ebollizione. Spegnete il forno, ed eliminate l'acqua dai barattoli, facendo attenzione a non scottarvi. Lasciate asciugare bene prima di riempirli di marmellata.

Ti è piaciuta la ricetta?