Come fare la birra in casa

Per preparare la birra in casa occorre innanzitutto acquistare un kit per la fermentazione che costa, nelle versioni base più semplici (con contenitori in plastica) circa 50-60 Euro più le spese di spedizione e si può trovare tranquillamente in vendita in internet, accedendo ad uno del numerosi siti specializzati in materia.
Il prezzo contenuto del kit costituisce sicuramente un vantaggio in quanto si ammortizza velocemente già con la prima produzione di birra casalinga (con una latta di malto si possono infatti produrre fino a 80 bottiglie di birra da 33 cl).
Il kit base contiene: un contenitore per la fermentazione, il disinfettante per sterilizzarli (metabisolfito di potassio) ed un termometro adesivo da applicare sull'esterno del fermentatore per tenere controllata la temperatura, uno o più barattoli di
malto ed i lieviti per fare la birra, un densimetro, una tappatrice per le bottiglie, una paletta per mescolare, un rubinetto di prelievo dei campioni di birra per valutare il livello di fermentazione, un gorgogliatore, un tubo per imbottigliare, un sacchetto di tappi a corona, misurini per aggiungere lo zucchero nelle bottiglie prima di imbottigliare e naturalmente un piccolo manuale di istruzioni.
Il procedimento per fare la birra è piuttosto semplice, anche se richiede di dedicarvi tempo e questo può costituire uno svantaggio per chi non si sa organizzare o ha fretta di concludere il processo.
Innanzitutto bisogna lasciare a mollo in una pentola di acqua bollente la latta di malto per 10-15 minuti, in modo da farlo ammorbidire.
Il malto va quindi versato nel fermentatore disinfettato, aggiungendo 3 lt di acqua bollente ed un kg di zucchero o la quantità indicata nel depliant del kit.
Dopo aver mescolato per alcuni minuti si aggiunge acqua fredda fino a raggiungere la tacca indicata nel fermentatore, sempre mescolando e tenendo controllata la temperatura, che deve raggiungere i 22°/26° prima di aggiungere il lievito che fa partire la fermentazione.
Dopo aver mescolato ancora qualche minuto di chiude il fermentatore con il suo coperchio, su cui si sarà montato il gorgogliatore riempito di disinfettante, per evitare che entri aria durante la fermentazione. A questo punto bisogna solo aspettare: nel giro di 5-10 giorni la birra sarà pronta.
Per capire quando è il momento di imbottigliare, bisogna ascoltare i rumori che escono dal gorgogliatore: quando smetteranno si può prelevare un campione di birra con il rubinetto montato sul fermentatore e verificarne la densità con il densimetro (i valori giusti sono indicati nel depliant contenuto nel kit).
Se la densità è giusta si può imbottigliare, avendo cura di aggiungere un misurino di zucchero in ogni bottiglia prima del travaso. Durante tutto il processo e nella prima settimana dopo l'imbottigliamento la temperatura deve essere mantenuta tra i 18-20° ed i 25°. Una volta trascorsa la prima settimana dall'imbottigliamento, la birra può essere sistemata anche in cantina, dove le temperature sono più basse e dove diventerà gradualmente più limpida rispetto a quando è stata imbottigliata.

Ti è piaciuta la ricetta?