Come fare l'insalata pasqualina

Da premettere che, come nella maggior parte delle preparazioni culinarie, gli ingredienti base possono subire variazioni a seconda dei propri piaceri e della propria fantasia, infatti quella che sto per proporvi ha un elemento mancante che a me non tanto piace non tanto per il suo sapore, ma per il fatto che in determinate pietanze preferisco non metterlo: l'uovo.

Ingredienti

- 1 confezione di valeriana
- 1 mazzetto di rapanelli preferibilmente freschi
- 2 uova sode
- 1 cucchiaio di pasta di acciughe
- 2 cucchiai di olive nere
- erba cipollina quanto basta
- sale, pepe, olio rigorosamente extra vergine di oliva

Preparazione

Si raccomanda sempre di lavare per bene l'insalata, anche se quest'ultima sia già stata acquistata confezionata e, come affermano loro, già lavata.
Fatto questo asciugatela un po' per evitare che nel complesso poi ci sia tanta acqua che può pregiudicare il sapore finale, mettetela in una insalatiera.
Togliete la buccia ai rapanelli, lavateli e tagliateli a pezzettini non proprio grossi per evitare che nel mangiarli si abbia la sensazione di troppa piccantezza.
Togliete la buccia alle uova, tagliateli a pezzettini e preparate anche la pasta di acciughe, le olive nere e l'erba cipollina.
Mettete il tutto nell'insalatiera insieme alla valeriana, aggiungete sale, pepe e olio quanto basta.
Mescolate il tutto e buon appetito.
Ora le mie considerazioni personali sulla preparazione.
Intanto non metto le uova perché non mi sono mai piaciuti nell'insalata, i rapanelli li metto con tutta la buccia ma sempre ben lavati perché trattandosi di radici possono avere un alta percentuale di terra, quindi fate attenzione, questo potrebbe compromettere il sapore finale.
Le olive nere meglio se quelle fatte in casa, hanno decisamente un gusto diverso.
Mi raccomando invece di non esagerare con la pasta di acciughe, si rischia di abolire tutti gli altri sapori facendo diventare così il sapore dell'insalata nauseante.
Naturalmente gli ingredienti vanno misurati a seconda del numero delle persone e non vi è una quantità esatta.
Il tutto si deve preparare ad occhio e sempre senza esagerare.
Potete anche scegliere un altro tipo di insalata in sostituzione della valeriana, magari potete aggiungere un po' di radicchio per differenziare un po' il sapore da tutti gli altri ingredienti.
Io sinceramente preferisco mischiare il radicchio e anche la rucola che da un tocco di sapore delicato al tutto.
Ci sono infiniti modi di preparazione di questa insalata, ma alcuni ingredienti non devono assolutamente mancare come le olive e l'olio che sia solo ed esclusivamente extra vergine di oliva.
La preparazione non porta via tanto tempo e non è neanche tanto costosa in termini di acquisto ingredienti.
Il fatto che si possa facilmente variare questa ricetta è un notevole vantaggio.
Certo la pasta di acciughe non piace di sicuro a tutti, così come le olive nere, ma senza questi ingredienti diventa una semplice insalata che si può fare tutti i giorni, in questo caso la ricetta ha poco valore nel rimanere in tema.
Ribadisco ancora: non esagerate con la pasta di acciughe.

Ti è piaciuta la ricetta?