Come fare il pane azzimo

Il pane azzimo è stato l'unico tipo di pane che gli uomini conoscevano
nell'antichità e veniva preparato con farina integrale.
L'impasto veniva cotto dopo essere stato posizionato su pietre arroventate, o in alternativa cenere molto calda.
Successivamente la preparazione ha conosciuto un'evoluzione che l'ha portata alla versione attuale.
Tale evoluzione si è verificata soprattutto in seguito all'invenzione dei forni.
È bene sottolineare che non si tratta di un pane dietetico, e anzi rispetto al pane classico contiene circa il 30% in più di calorie.
Il motivo è facilmente intuibile, nel senso che nel pane normale una notevole percentuale di peso è costituita dall'acqua presente all'interno, che viceversa è assente nel pane azzimo.
Il pane senza lievito risulta particolarmente indicato per i soggetti colpiti da intolleranze alimentari, o che comunque fanno molta fatica a digerire i prodotti lievitati.
Attualmente il pane azzimo viene cucinato, oltre che per motivi religiosi, per una questione di praticità, visto che è più veloce e facile da preparare. Inoltre, si tratta di un alimento che presenta il vantaggio di poter essere conservato per un lungo periodo di tempo senza che risulti compromessa la qualità del gusto.
Andiamo a scoprire la ricetta per preparare il pane azzimo.

Ingredienti per realizzare 8-9 pagnottelle

- 1 pizzico di sale
- 150 grammi di farina integrale
- 1 bicchiere di olio di oliva
- 300
grammi di farina 00

Preparazione:

Cominciamo setacciando entrambi i tipi di farina. In un recipiente, aggiungiamo alle farine 200 grammi di acqua tiepida al fine di ottenere un impasto morbido ma allo stesso tempo elastico. Lasciamo riposare il tutto per un'ora, avendo cura di coprirlo con uno straccio umido. Passato questo periodo, procediamo assottigliando l'impasto.
Dobbiamo formare delle piccole pagnotte il cui spessore non dovrà superare i due centimetri. Ogni pagnotta deve essere bucata in superficie con i rebbi di una forchetta, e spennellata con un po' di olio.
A questo punto è possibile infornare, a 220°-240°, per una ventina di minuti circa. Quando saranno pronte, le pagnottelle avranno preso un colore dorato, tendente al bruno.

Consigli

Il pane azzimo può essere abbinato senza problemi al dolce e al salato.
Possiamo gustarlo in compagnia di una marmellata di frutta oppure associandolo a fettine di prosciutto, pancetta o altri salumi.
Inoltre, le pagnotte possono essere preparate e congelate in un momento precedente rispetto a quando andremo a cuocerle.

Ti è piaciuta la ricetta?