Calamari ripieni

I nutrizionisti sono tutti concordi nel dire che dovremmo portare più spesso il pesce in tavola.
Purtroppo non tutti lo amano e storcono il naso appena ne sentono l'odore in cucina.
E' un peccato poiché le virtù salutari del pesce sono davvero notevoli e sono molto importanti per il corretto funzionamento dell'organismo.
Per invogliare tutta la famiglia ad approfittare di cotanto bene prezioso può essere utile ricorrere a piatti prelibati di sicuro successo, in grado di mettere d'accordo adulti e bambini.
I calamari ripieni sono senza dubbio l'idea giusta!
Nei calamari troviamo magnesio, fosforo, sodio, potassio e vitamine del gruppo A.
Vediamo dunque la ricetta:

Ingredienti

- 10 calamari di grossa pezzatura
- Una fetta di pane raffermo
- 2 acciughe sotto sale
- 50 g di capperi
- 2 uova
- 1 ciuffo di prezzemolo fresco
- 2 spicchi d'aglio
- olio extravergine d'oliva
- 1 cipolla
- 1/2 bicchiere di vino bianco secco
- qualche pomodorino
- formaggio grana grattugiato
- sale e pepe

Preparazione dei calamari ripieni

Pulire i calamari lavandoli sotto l'acqua corrente, spellandoli ed eliminando le interiora.
Lasciare le sacche intere, staccarle dai tentacoli e mettere a scolare.
Nel frattempo ammollare la fetta di pane in acqua fredda.
Dissalare le acciughe, lavarle sotto l'acqua corrente per liberarle dall'eccesso di sale, dopodiché ridurle in filetti eliminando le lische.
Tagliuzzare finemente i tentacoli aiutandosi con un paio di forbici.
Metterli a rosolare in padella con un filo d'olio, aggiungendo anche le alici appena diliscate.
Strizzare il pane e metterlo in padella insieme agli ingredienti in cottura.
Appena nel soffritto non c'è più troppa traccia di liquido, si può togliere dal fornello e trasferire il tutto in un capiente contenitore.
Sbattere le uova e incorporarle al soffritto appena preparato.
Mescolare e unire anche un trito di prezzemolo e aglio, il grana grattugiato e i capperi preventivamente sciacquati.
Salare, pepare e mescolare bene tutti gli ingredienti.
Solo nel caso in cui il composto risulti troppo molle, aggiungere un po' di pangrattato.
Riprendere le sacche dei calamari e riempire ognuna con delle cucchiaiate d'impasto.
Chiudere le estremità con uno l'ausilio di uno stuzzicadenti.
Mettere l'olio in una larga teglia antiaderente, farvi imbiondire un trito di cipolla, dopodiché adagiarvi i calamari.
Farli rosolare un attimo da entrambi i lati e bucare le sacche con l'aiuto di uno stecchino.
Coprire con coperchio e terminare la cottura a fuoco lento.
Alla fine, versare il vino ed alzare leggermente la fiamma per farlo sfumare.
Sistemare i calamari in un piatto e al loro posto mettere i pomodorini tagliati grossolanamente.
Farli insaporire nel liquido di cottura dei calamari, aggiungendo un pizzico di sale.
Dopo una decina di minuti unire i calamari e lasciare rosolare per qualche secondo.
Disporre i calamari a raggiera su un piatto da portata, irrorandoli con il sugo di cottura.

Ti è piaciuta la ricetta?