Come fare gli spaghetti ai frutti di mare

Gli spaghetti ai frutti di mare, sono un tipico piatto che si realizza in quelle località marittime dove solitamente ci sono le trattorie accoglienti vicino ad un porticciolo dove è possibile reperire pesce freschissimo, ecco perché sono chiamati anche spaghetti allo scoglio. Naturalmente però, è possibile preparare questo primo piatto anche nelle città dove pur non essendoci il mare, il pesce fresco arriva ugualmente nelle pescherie. E’ un primo ottimo e gustoso e se preparato a regola d’arte, diventa uno di quei manicaretti che è difficile dimenticare soprattutto per il profumo decisamente caratteristico.

Attrezzatura necessaria

- un tegame
- un coperchio
- una pentola
- un colapasta
- una forchetta
- un paio di ciotole
- un mestolo
Calorie a porzione : circa 500

Ingredienti per 7-8 persone

- 1 kg di spaghetti possibilmente vermicelli
- 1 kg di vongole veraci
- 1 k gdi cozze
- 1 polipo medio
- 500 g di gamberetti
- 500 g di calamari
- 500 g di gamberoni grandi
- 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
- 500 g di pomodorini a ciliegina
- 1 spicco di aglio
- prezzemolo finemente tritato
- 1 peperoncino piccante tritato
- sale

Preparazione

Mettete le vongole in una ciotola con dell'acqua e sale possibilmente la sera prima di prepararle, affinché perdano tutta la sabbia in esse contenuta.
Pulite le cozze perfettamente privandole di tutte le incrostazioni presenti sul guscio e della cordicina che esce dal loro involucro e dopo averle lavate, ponetele in un colapasta.
Lavate le vongole che avete messo a spurgare e bollite il polipo in acqua fredda fino a che questo non sia diventato morbido. Bucherellate il polipo con una forchetta per rendervi conto della cottura.
Una volta che il polipo è cotto, colatelo e riponetelo in un colapasta e con una forbice, riducetelo a pezzetti.
Trasferite le vongole e le cozze in un solo colapasta.
Sgusciate i gamberetti e lavate sotto l’'acqua corrente i gamberoni.
Lavate un mazzetto di prezzemolo e tritate finemente le foglie.
In un largo tegame lasciate imbiondire l'aglio ed il peperoncino tritato nell'olio extravergine
e appena l'aglio si sarà colorito, toglietelo e versate i pomodorini tagliati a metà. Fate rassodare un poco il sughetto e poi salate e
trasferite le vongole e le cozze nel tegame.
Lasciate che le cozze
e le vongole si aprano, avendo cura di eliminare quelle chiuse che se non si sono aperte, vuol dire che sono piene di sabbia. Coprite il tegame con un coperchio e di tanto in tanto girate le cozze e le vongole con un mestolo di legno. Dopo 5 minuti esatti, versate nel tegame un bicchiere di vino bianco secco in modo che il sughetto diventerà più liquido.
Dopo 10 minuti esatti versate nel tegame i pezzetti di polipo e lasciate cuocere a fiamma molto dolce mescolando di tanto in tanto. Trascorso questo tempo, versate nel tegame i gamberetti ed i gamberoni che hanno una brevissima cottura.
Esattamente dopo 6 o 7 minuti, spegnete la fiamma e assaggiate di sale.
Ponete sulla fiamma una pentola con abbondante acqua fredda e appena questa bolle, mettete a cuocere gli spaghetti per il tempo di cottura indicato sulla confezione. Fate attenzione a colarli abbastanza al dente.
Mentre la pasta cuoce, togliete le bucce a tre quarti delle vongole e delle cozze.
Ponete gli spaghetti ben colati in una larga ciotola e conditeli con il sughetto. Preparate le porzioni, avendo cura di
porre su ogni porzione una buona dose di preparato di pesce e vongole.
Abbinate il piatto con del vino
Cannonau Rosato Sardo.

Ti è piaciuta la ricetta?