Come conservare i funghi

Esistono vari modi per conservare i funghi appena colti.
Vediamo i principali metodi per farvi delle conserve da gustare tutto l'anno.

I funghi sottolio

Porli sottolio è il metodo più usato per conservare i funghi: in questo caso occorrono oltre all'olio, dei piccoli vasetti, dell'aceto bianco, del pepe, cannella, sale e chiodi di garofano.
I funghi da impiegare devono essere piccoli e sodi.
Procedere quindi pulendo i funghi appena raccolti eliminando ogni residuo di terra: pulirli con acqua ed asciugarli.
Intanto portare ad ebollizione una pentola con metà acqua e metà aceto: in questa mettere anche il pepe, il sale, la cannella e dell'alloro.
Quando l'acqua bolle buttare i funghi che devono bollire dai 3 ai 10 minuti.
Dopo avere scolato i funghi ed avere riposto dell'olio nei vasetti inserire i funghi nei vasetti.
Mettere una foglia di alloro, due chiodi di garofano ed pò d'olio ad ogni cucchiaio di funghi che andremo a riporre nel vasetto. Alla fine accertarsi di coprire i funghi nel vasetto con l'olio in modo che nessuno di loro sia a contatto con l'aria.
Fatto ciò bisogna sigillare ermeticamente i vasi con appositi coperchi.

Essiccare i funghi

Il fungo secco è un altro metodo di conservazione molto usato e per realizzarlo occorre un luogo dove lasciare seccare il fungo (che deve essere di medie dimensioni) dopo averlo pulito, lavato e tagliato a pezzi sottili ed il più possibile uniformi. Si consiglia di farli seccare al sole.
Un metodo poco conosciuto è il cosiddetto metodo alla greca.
Ciò che occorre è: Pepe nero in grani, Timo, Semi di finocchio, Olio, Sale, Succo di limone ed alloro. Dopo avere tolto, con l'ausilio di un coltello, la terra dai funghi bisogna lavarli con acqua ed asciugarli molto bene. SI prosegue tagliandoli a pezzi e riponendoli in un recipiente (meglio se non di metallo), intanto in una pentola fare bollire insieme a dell'acqua tutti gli ingrediente sopra citati.
Una volta che l'acqua inizia a bollire
versare i funghi tagliati e puliti per farli bollire al massimo 10 minuti. Passati i 10 minuti attendere che il tutto si raffreddi, dopo ciò riempire dei vasetti con il composto appena ottenuto chiudendo ermeticamente il barattolo e pastorizzandolo a 750° C per 30 minuti. Raffreddare i barattoli pieni a bagno Maria.

Congelare i funghi

Infine un metodo che non tutti conoscono per conservare i funghi è quello del congelamento.
Dopo avere pulito accuratamente tutti i funghi rimuovendo la terra ed avere pulito la testa con l'ausilio di uno straccetto lavarli con l'acqua. Fatto questo è necessario asciugare molto accuratamente i funghi.
A questo punto riporre i funghi in appositi sacchetti di plastica e riporre nel congelatore. Si possono usare in qualsiasi periodo dell'anno e a mio parere è il miglior modo di conservazione perché mantengono intatta la freschezza, il sapore, l'odore e la qualità del fungo. Prima di utilizzarli è necessario lasciare scongelare per non oltre dieci minuti il sacchetto contente i funghi.

 

Ti è piaciuta la ricetta?