Castagnole ripiene

Preparazione 45 min
Difficoltà Media
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Le castagnole ripiene con crema pasticcera sono un dolce emiliano tipico della festa di Carnevale.
Sono delle frittelle rotonde grandi come una castagna (da cui ne deriva il nome) e sono così soffici che possiamo farcirle a piacere, nel nostro caso con una profumatissima crema pasticcera fatta in casa.

Categoria: Dolci di carnevale

3 uova intere
100 g di zucchero
450 g di farina
1/2 bicchiere di latte circa
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
50 g di burro
olio per frittura
q.b. zucchero a velo
Per la crema pasticcera
500 ml di latte
180 g di zucchero
8 tuorli d'uovo
70 g di maizena (amido di mais)
2 g di vaniglia oppure una bustina di vanillina
1/2 scorza di limone
ben lavato

Preparazione

Per preparare le castagnole ripiene cominciamo col preparare la crema pasticcera.
Mettete a bollire il latte, a fuoco vivace. Nel frattempo mescolate in un pentolino i tuorli delle uova, lo zucchero e la maizena.

Aggiungete il composto al latte bollente e portate di nuovo ad ebollizione, per due minuti, mescolando continuamente, affinché non si formino grumi.
Una volta spenta la fiamma, mettete la scorza di limone grattugiata e la vaniglia, amalgamando il tutto. Per evitare che sulla crema si formi una crosticina, copritela con della pellicola trasparente e fatela raffreddare in questo modo.

Per preparare, invece, le castagnole procedete nel seguente modo.
Fate sciogliere dolcemente il burro sul fuoco.
Successivamente, in una ciotola, mescolate insieme la farina, le uova, lo zucchero, il lievito, il sale e il burro sciolto, aggiungendo un po' di latte, in modo da dare all'impasto una consistenza né troppo morbida e né troppo dura: se sollevata, infatti, deve formare un nastro.

A questo punto, mettete sul fuoco una casseruola profonda, con l'olio. Per verificare quando l'olio ha raggiunto la giusta temperatura, potete utilizzare uno stecchino di legno: se immerso leggermente nell'olio, deve formare delle bollicine continue. Per creare le palline da friggere nell'olio bollente, adoperate due cucchiaini, per prendere l'impasto.
Per potersi cuocere bene, le castagnole devono avere abbastanza spazio attorno a loro. Dunque, per evitare che si attacchino tra loro, versate pochi cucchiai d'impasto per volta.

Essendo la casseruola profonda, quando le castagnole inizieranno a gonfiarsi, tenderanno a girarsi da sole. Una volta pronte, per eliminare l'olio in eccesso, poggiatele sulla carta da cucina assorbente.
A questo punto, con l'aiuto di una siringa da pasticciere a beccuccio lungo o di una sac à poche, farcitele con la crema pasticcera e cospargetele con lo zucchero a velo setacciato.

Consigli

Per rendere questo dolce meno calorico e più dietetico (ogni cento grammi, infatti, corrispondono a 500 calorie), è possibile cuocere l'impasto anche in forno, a 200° C per 20 minuti circa.

Per ridurre ulteriormente l'apporto calorico, si consiglia, dunque, di non esagerare nel consumare le castagnole e di non mangiarle a fine pasto.
Inoltre, esistono delle varianti per il ripieno: si possono preparare con la marmellata, con il cioccolato o la con Nutella, con la crema di ricotta, mescolando la crema e le amarene o, ancora, aggiungendo la panna montata alla Nutella oppure semplicemente con la panna.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!