Castagne al forno


Photo credits:
Preparazione 90 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

Castagne al forno

Cuocere le castagne al forno è uno dei modi più semplici per consumare questo frutto gustoso e nutriente. Vengono comunemente chiamate "caldarroste".
La castagna è un frutto secco prodotto dall'albero del castagno. 

Veniva consumata già in età antichissime (ci sono testimonianze anche nell' Antica Roma), diventando in molti casi uno dei prodotti principali dell'alimentazione, data sia per la sua somiglianza a livello nutrizionale con il riso e il frumento in generale, che per la possibilità di reperirlo direttamente dagli alberi. Inoltre, nella credenza popolare, alla castagna sono attribuite proprietà terapeutiche per problemi allo stomaco e al fegato.

Il tempo di raccolta delle castagne varia di regione in regione, tuttavia generalmente inizia verso fine settembre.
Oltre ad essere vendute fresche, le castagne possono essere lavorate e presentate sul mercato in diversi modi. Dalla castagna, infatti, è possibile anche ricavare farina, liquori, zuppe, marmellate, mousse e cibo per neonati.

Categoria: Dolci

500 g di castagne
carta da forno

Preparazione

Come fare le Castagne al forno

1
2

Mettere le castagne in una contenitore pieno d'acqua e tenerle a mollo per almeno mezz'ora [1].
Questo è il tempo minimo necessario, ma può essere protratto fino a due ore.
Toglierle dall'acqua e scolarle.

Con un coltello, praticare un taglio di 1-2 centimetri di lunghezza sulla parte più bombata della buccia, stando attenti a non tagliare la polpa che si trova all'interno [2].
Questa fase è di importanza fondamentale in quanto, se non aperte, le castagne scoppierebbero in forno durante la cottura.

3
4

Preriscaldare il forno a 220° e, una volta raggiunta la temperatura, infornare le castagne dopo averle disposte su una teglia con della carta da forno [3].
Lasciare cuocere per un tempo compreso tra i 30 e i 45 minuti (dipende dalla grandezza delle castagne). Per accertarsi dello stato di cottura, è consigliabile sbucciare una castagna di tanto in tanto.

Una volta pronte, servire le caldarroste e consumarle quando ancora sono calde [4].
Se dovessero avanzare conservatele in un sacchetto di carta ben chiuso.

Consigli

Le castagne, oltre a poter essere preparate come caldarroste anche in padella, si offrono alla preparazione di vari tipi di dolci, come la Torta Monte Bianco e i Marron Glacé. Ma non solo dolci: le castagne in cucina si prestano agli più svariati abbinamenti ed utilizzi.
Possono essere macinate per realizzarne farina con la quale preparare pasta adatta a diversi tipi di abbinamenti, come ad esempio le Tagliatelle di castagne con porri e speck. Ma allo stesso tempo possono essere anche utilizzate come condimento per secondi piatti, come il Tacchino ripieno di castagne e lo Spezzatino di maiale con castagne.

Vino da abbinare

La castagna è un frutto che lega benissimo con il vino. A testimonianza di questo, basti pensare che esistono svariate ricette che prevedono la preparazione della castagna insieme al vino rosso o al mosto cotto.
Le castagne preparate come caldarroste si prestano a diversi abbinamenti. Quello più comune è con un vino rosso giovane e vivace, come ad esempio una Schiava del Trentino o un Rosso Piceno Doc, ma è possibile anche consumarle accompagnate da un vino dolce.
Nel caso, invece, vengano utilizzate come condimento di altre pietanze, la scelta del vino dipende dal piatto principale. I dolci a base di castagne, in genere si accompagnano bene con un passito.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 6, Media voti: 5