Carciofi alla romana

Preparazione 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 2
Costo Basso

Presentazione

Il carciofo è un alimento molto diffuso in area mediterranea, coltivato soprattutto in Liguria, Toscana, Sardegna, Lazio e Puglia, e utilizzato nei modi più svariati per comporre piatti tradizionali o innovativi.
Esistono circa 90 tipi di carciofi diversi al mondo, a seconda della forma, che può essere ovale o tondeggiante, e del colore, che varia nelle diverse sfumature del viola.
Il carciofo è molto utile all'organismo, in particolare per il fegato, in quanto favorisce la diuresi e la secrezione biliare, inoltre, grazie all'inulina contenuta al suo interno, contribuisce ad abbassare il livello del colesterolo.
I carciofi alla romana sono un contorno tradizionale, molto diffuso nel Lazio e nel centro Italia, semplici da preparare, con un gusto molto deciso e un'unione di vari sapori diversi.

Categoria: Secondi

4 carciofi cimaroli romani (di grandi dimensioni e tondi)
1/2 limone
2 cucchiai di pangrattato
1 spicchio d'aglio
1 dl d'olio extravergine d'oliva
2 cucchiai di prezzemolo e mentuccia tritati
sale e pepe q.b.

Preparazione

Iniziare con la pulizia dei carciofi, togliendo le foglie esterne, solitamente le più dure, quindi tagliare le punte dure.
Tagliare i gambi, lasciando circa 5-6 cm uniti al carciofo.
Riempire una bacinella d'acqua e mescolarla al succo del limone, quindi immergervi i carciofi tagliati, in modo che non diventino scuri.
Prendere un coltello di piccole dimensioni e praticare un tagli a spirale nei carciofi, dal fondo alla cima, senza dividere le due parti.
Tagliare la cima delle foglie, pareggiandola, quindi scavare con un cucchiaio ogni carciofo per estrarre la barba interna.
Prendere il prezzemolo e la mentuccia tritati, unirli al pangrattato, con aglio, olio, sale e pepe, quindi riempire la cavità dei carciofi con il ripieno.
Preparare un tegame, riporvi i carciofi e bagnarli con l'olio, lasciandoli scottare per un minuto circa.
Riempire la pentola fino a metà dei carciofi, aggiungere sale, e lasciare cuocere a fiamma bassa per 25 minuti circa.
I carciofi alla romana sono ottimi sia caldi che freddi, e possono essere consumati fino ai due giorni successivi alla cottura, previa conservazione in frigorifero.

Consigli

Sono il contorno ideale per diversi tipi di carne, in primis per l'agnello al forno, ma possono essere utilizzati anche come antipasto, oppure possono essere accompagnati dalle patate al forno.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4