Bucatini all'amatriciana

Preparazione 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

I bucatini all'Amatriciana sono uno dei piatti tipici della tradizione romana, ormai conosciuti in tutto il mondo.
Hanno una lunga storia e diverse varianti.
È un primo relativamente semplice, giocato tutto sulla qualità degli ingredienti, ed economico.
Molti usano la pancetta ma gli amanti della tradizione sostengono che ne altera il sapore. Il guanciale è ricavato dal muso del maiale quindi è un grasso più nobile con il sapore più delicato e profumato. Per la tradizione è l'ingrediente indispensabile per la preparazione dell'Amatriciana.
Nella ricetta utilizzeremo ii pecorino di Amatrice, il cui sapore è molto delicato, non salato e leggermente piccante, in alternativa si può scegliere quello romano considerando però che al palato risulta più forte e salato.

Categoria: Primi

380 g di bucatini
500 g di pomodori pelati
200 g di guanciale di Amatrice
olio extra vergine d'oliva
vino bianco secco
sale e pepe
peperoncino (facoltativo)
150 g di pecorino di Amatrice (in alternativa quello romano)

Preparazione

Quando l'acqua di cottura della pasta inizia a bollire fate a pezzi il guanciale riducendolo a cubetti, o a striscioline, non troppo sottili, fatelo rosolare a fuoco basso in un tegame capiente, è importante che possa contenere comodamente il sugo e la pasta. Sebbene dalla tradizione non venga indicato alcun grasso di cottura, di solito viene usato prevalentemente dell'olio d'oliva, ma è attestato anche l'uso dello strutto.
Quando il grasso del guanciale o della pancetta sarà diventato completamente trasparente alzate la fiamma e aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco secco e lasciatelo evaporare.
Unite i pomodori tagliati a pezzetti, precedentemente sbollentati e privati dei semi e il peperoncino. Lasciate cuocere per 5 minuti a fuoco vivo, mescolando di tanto in tanto, per non farlo attaccare.
Nel frattempo fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata, quindi scolatela al dente e unitela al sugo. Aggiungete abbondante pecorino grattugiato e mescolate.
Saltate il tutto in padella a fuoco basso per uno o due minuti aggiungendo un'altra manciata di pecorino grattugiato, mescolate bene e servite con ancora una spolverata di pecorino, direttamente sul piatto.
Accorgimenti:
Se volete che i vostri bucatini all'Amatriciana non prendano il sapore di guanciale bruciato, o che questo diventi troppo croccante e scuro, potete rimuoverlo prima di unire i pomodori per poi rimetterlo in padella prima di condire la pasta.
La variante più antica dei bucatini all'Amatriciana è “bianca”, senza cioè pomodoro,
come pasta vengono utilizzati i tonnarelli o gli spaghetti al posto dei bucatini e viene chiamata “gricia”, da Grisciano, un
piccolo paese situato non molto distante da Amatrice.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!