Pesto genovese

Gustoso e saporito, il pesto genovese è il tipico condimento ligure. La sua preparazione è semplicissima, e tipicamente dovrebbe essere fatta utilizzando un mortaio ed il pestello, ma attrezzature moderne rendono il tutto più semplice ed altrettanto buono.

Ingredienti:

Basilico (solo le foglie, un bel mazzo grande)
40 gr di parmigiano
40 gr di pecorino romano
1 spicchio d’aglio
20 gr di pinoli
Sale e olio q.b.

Lavare le foglie di basilico e lasciarle asciugare completamente. Inserire tutti gli ingredienti in un mixer o in un contenitore per minipimer (o se ce l’avete potete utilizzare il bimby), e frullare aggiungendo l’olio a filo finchè non si creerà un salsa.

Potete congelarlo mettendolo in bicchieri monouso già porzionati, ma aggiungete sempre un po’ d’olio sulla superficie.

  • Share/Bookmark

Tarte Tatin alle mele

Fantastico dolce della cucina francese, la tarte Tatin di mele, altro non è che una torta rovesciata: viene infatti adagiato prima il “ripieno”, e poi la pasta, cotto e poi rovesciato.
L’effetto ottico sarà di una torta bellissima, l’effetto gustativo non deluderà nessun palato: tenero il ripieno, croccante la sfoglia, una vera delizia; questa è la versione classica alle mele, ma potete utilizzare anche altri tipi di frutta.

Ingredienti: (per una teglia di 24-26cm)

1 dose di pasta brisè
5 mele medie
90 gr di burro
90 gr di zucchero

Preparate la pasta brisè secondo ricetta. In un pentolino sciogliete il burro con lo zucchero e mescolate finchè questo non sarà un po’ ambrato: riversatelo immediatamente nello stampo che utilizzerete (questo passaggio andrebbe fatto direttamente con lo stampo, ma non tutti gli stampi possono andare sia in forno che sul fuoco, ma se potete trovarne uno è meglio).

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Bechamèl (besciamella)

Nata in Francia ed utilizzata come “crema” nelle preparazioni salate, la bechamèl è una preparazione semplice ma gustosa, che arricchisce i piatti di una cremosità ed un gusto delizioso.
La si può aromatizzare come si preferisce, si utilizza prevalentemente la noce moscata. In Italia il nome originale, bèchamel, è stato italianizzato con besciamella.

Ingredienti:

500 gr di latte
50 gr burro
50 gr farina
sale
noce moscata

In un pentolino fondere il burro a fuoco basso, togliere dal fuoco e aggiungere la farina, mescolando per non formare grumi.
Rimettere sul fuoco e cuocere, sempre a fuoco basso, finché non assume un colore dorato (roux).
Versare a filo il latte, sempre mescolando, e facendo attenzione a non formare grumi: far addensare.
A fine cottura aggiungere sale e noce moscata: aggiungere poi dei fiocchetti di burro 8se non si utilizza subito), per non creare la pellicola in superficie.

  • Share/Bookmark

Insalata Pantesca

Prende il nome dall’isola di Pantelleria, luogo in cui nasce questa gustosa e fresca insalata.
Ingrediente fondamentale per la riuscita della ricetta è ovviamente l’utilizzo di capperi di Pantelleria: quella che vi propongo è una ricetta base, un contorno adatto a tutte le stagioni ma che, con qualche aggiunta a vostro gusto (ad esempio tonno, petto di pollo etc.) può diventare un gustoso piatto unico.

Ingredienti: (per 4 persone)

500 gr di patate
300 gr di pomodorini piccadilly o pachino
1 cipolla di Tropea
2 cucchiai di capperi di Pantelleria
2 cucchiai di olive nere
Sale, aceto e olio q.b.

Lavate le patate e sbollentatele:ancora calde sbucciatele e fatele raffreddare, tagliatele poi a fette.
Dissalate i capperi sotto l’acqua corrente e snocciolate le olive: affettate finemente la cipolla e ponetela sulle patate, aggiungete poi i capperi, le olive ed i pomodori tagliati in 4, condite con un filo d’olio, aceto a piacere ed il sale.
Mescolate senza far rompere le patate e ponete in frigo almeno 1 ora prima di servire.

  • Share/Bookmark

Peperoni ripieni di carne

Un piatto unico delizioso, le cui origini si associano ora alla Calabria, ora alla Campania. Le due ricette sono quasi identiche, la cottura iniziale risulta diversa: in Campania i peperoni vengono arrostiti prima per eliminare la pelle, mentre in Calabria vengono cotti direttamente con il ripieno.
A voi la scelta.

Ingredienti: (per 4 persone)

4 peperoni di media grandezza
350 gr di carne macinata mista vitello e maiale
1 panino ammollato e strizzato
1 uovo
Formaggio grattugiato a piacere
Sale, pepe e olio q.b.

Di seguito la preparazione come da tradizione campana.
Arrostite i peperoni, teneteli al caldo in una bustina, eliminate la pelle, il picciolo superiore e tenete da parte (potete saltare questo passaggio e proseguire come da ricetta).

Preparate l’impasto delle polpette amalgamando tra loro tutti gli ingredienti tranne l’olio ed i peperoni.
Praticate un taglio nel peperone, eliminate i filamenti bianchi, salate leggermente ed aggiungete l’impasto delle polpette: proseguite per tutti i peperoni.
Adagiateli poi in una teglia cosparsa di olio, versate un altro filo d’olio e ponete in forno caldo a 180° per 30 minuti circa (se non precuocete i peperoni aumentate a 50 minuti).

  • Share/Bookmark

Riso Pilaf

Il riso pilaf è una preparazione tipica della cucina turca: l’ingrediente ideale per la sua realizzazione è il riso di tipo basmati, quello a grana lunga e sottile.
Questo piatto è di sapore neutro generalmente, e si utilizza per accompagnare carne, pollo, verdure e quant’altro vi suggerisca la fantasia; ovviamente può essere “aromatizzato” con verdure o curry etc.

Ingredienti:

200 gr di riso basmati
400 gr di acqua
Una cipolla
4 chiodi di garofano
2 cucchiai di olio

Preriscaldate il forno a 180°. Con l’aiuto di un colino sciacquate il riso sotto l’acqua corrente finchè non avrà perso tutto l’amido. In una larga padella fate rosolare la cipolla infilzata con i chiodi di garofano nell’olio: buttateci poi dentro il riso e mescolate continuamente finchè non sarà tostato.

Trasferitelo ora in un contenitore da forno, buttateci sopra l’acqua che avrete precedentemente scaldato, coprite tutto con un foglio di alluminio o se la teglia ne è prevista con un coperchio, e ponete in forno per circa 20 minuti: il riso dovrà aver assorbito tutta l’acqua.
Estraetelo e gustatelo con quello che preferite.

  • Share/Bookmark

Pollo al curry

Ricetta tipica indiana, il curry è il mix di spezie che gli dona oltre che il sapore anche questo colore giallo brillante.
Per realizzarlo si può utilizzare il pollo in parti (disossato) o anche il petto di pollo: in quest’ultimo caso la cottura sarà molto più breve.

Ingredienti: (per 4 persone)

500 gr di pollo
2 carote
2 cipolle
succo di 1 limone
1 vasetto di yogurt greco
Curry a piacere
Sale e olio q.b.

Tritare finissimamente le cipolle e le carote. Cospargere di olio un tegame ed adagiarvi il pollo all’interno: farlo dorare da tutti i lati, aggiungere poi il trito finissimo di carote e cipolle, farlo rosolare un po’ ed aggiunger il curry.
Salare e portare a cottura aggiungendo acqua o brodo se necessario (nel caso di pollo disossato), occorreranno circa 15 minuti; prima del termine della cottura aggiungere prima il succo di limone e poi lo yogurt, mescolare e servire.
Si accompagna con riso basmati al burro.

  • Share/Bookmark

Braciole alla napoletana

Sono un classico della cucina partenopea: a Napoli non passa settimana in cui non si gustino queste deliziose braciole di carne; il termine braciole è propriamente napoletano, in altre parti d’Italia (e forse del mondo), si chiamano involtini.
La loro caratteristica è il gusto dolciastro che hanno, visto l’utilizzo di uva sultanina che, unito al gusto un po’ asprigno naturale del pomodoro, risulta essere per davvero unico, provate per credere.

Ingredienti: (per 4 persone)
4 fettine di vitellone tagliato non molto spesso
150 gr di salame a listarelle
80 gr di pecorino romano
50 gr di uva sultanina ammollata
50 gr di pinoli
1 scatola di polpa di pomodoro
300 gr di passata di pomodoro
1 grossa cipolla
1 bicchiere di vino bianco
Prezzemolo, aglio, sale, pepe e olio q.b.

Stendete le fette di carne su di un ripiano ed al centro aggiungete uva sultanina, pinoli, un po’ di prezzemolo, un pochino d’aglio, un po’ di salame, del pepe e del pecorino, dividendo il tutto equamente tra le fette, e richiudete creando un involtino legandolo con dello spago o chiudendo con degli stuzzicadenti.
In una pentola aggiungete dell’olio e la cipolla affettata, fate rosolare per 1 minuto ed aggiungete le braciole, fatele rosolare da tutti i lati ed aggiungete il vino, lasciatelo sfumare.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Pasta alla Norma (pasta alla siciliana)

Piatto tipico siciliano, la pasta alla Norma è un classico in cucina. L’ideale è mangiarli in estate, quando il bel tempo ci da delle belle e buone melanzane; l’ingrediente indispensabile alla buona riuscita di questo piatto è inoltre la ricotta salata infornata, che poco si trova fuori dalla Sicilia purtroppo, quindi si può sopperire con della comune ricotta salata stagionata, o del parmigiano grattugiato.

Ingredienti: (per 4 persone)

350 gr di pasta (di solito si usano penne, ma si possono utilizzare anche spaghetti)
2 melanzane medie
½ lt di passata di pomodoro o 600 gr di pelati frullati
Sale, pepe, aglio, basilico e olio q.b.

Potete utilizzare sia le melanzane a fette che fatte a cubetti, scegliete voi come preferite. Tagliate le melanzane come preferite e friggetele, fatele poi perdere olio su della carta da cucina.
In una casseruola aggiungete dell’olio e dell’aglio, fatelo soffriggere senza fargli prendere colore, aggiungete la passata di pomodoro e portate a cottura aggiungendo abbondante basilico.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark

Ciambotta

E’ una preparazione tipica della Calabria: è composta da diverse verdure, profumate da cipolla (preferibilmente di Tropea), cotte insieme. La cottura avviene in padella, sul gas, utilizzando gli stessi ingredienti e cuocendo il tutto in una teglia da forno, prende il nome di ratatouille.
Si può fare praticamente in qualsiasi periodo dell’anno, ma in estate, quando le verdure sono migliori, risulta molto più “dolce”; un contorno saporito, ideale per far mangiare le verdure ai bambini.

Ingredienti: (per 4 persone)

2 melanzane lunghe
1 peperone
2 zucchine
3 patate medie
1 pomodoro ramato o 2 pomodori pelati in scatola
1 grossa cipolla di Tropea
Olio, sale e basilico q.b.

Tagliate le melanzane, le zucchine e le patate a tocchetti e i peperoni a listarelle; ponete sul fuoco una larga padella che possa contenere tutte le verdure e fateci soffriggere 1 minuto la cipolla tagliata a fettine.
Aggiungete poi le melanzane, le patate, i peperoni ed infine le zucchine, aspettando 5 minuti tra una verdura e l’altra.

Leggi tutto »

  • Share/Bookmark